Matteo Maria Zuppi 23 luglio

Matteo Maria Zuppi 23 luglio

1,00 €

una rassegna a cura di Daniela Camboni e Stefano Casi per CUORE D'ITALIA INGRESSO AL PREZZO DI UN EURO PER PERMETTERE LA PRENOTAZIONE DEL POSTO E LA REGISTRAZIONE DELLA PRESENZA PER EFFETTO DELLE DISPOSIZIONI COVID 19.

Cinque sere con testimoni dell’Italia del 2020. Il quarto appuntamento è con monsignor Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna.

Nato a Roma nel 1955, ordinato presbitero nel 1981 e nominato da Benedetto XVI vescovo ausiliare della Diocesi di Roma nel 2012, Matteo Maria Zuppi è stato promosso ad arcivescovo metropolita di Bologna nel 2015 dall’attuale pontefice Francesco. Appena arrivato a Bologna, promise una chiesa “materna e collaborativa”, citando Lucio Dalla e invitando i fedeli a “riscoprire bella la città”, oppure, tempo dopo, visitando il lager di Auschwitz in compagnia del cantautore Francesco Guccini. La sua figura è fortemente connessa alla comunità di Sant’Egidio, fortemente impegnata nel sociale e per la pace, impegnandosi in particolare per il raggiungimento degli accordi di pace in Mozambico dopo oltre 15 anni di guerra. E’ considerata una delle figure di riferimento per chi si impegna nell’accoglienza degli ultimi, dei diseredati, dei migranti.