Susanna Cati 23-26 luglio

Susanna Cati 23-26 luglio

0,00 €

"Il muro che vorrei", installazione nel Parco dei Pini per CUORE D'ITALIA INGRESSO LIBERO

Susanna Cati è la quarta protagonista della rassegna di “fiber art” di questo festival. Partendo da studi classici, si laurea presso l’Accademia di Costume e Moda di Roma e arricchisce da subito le esperienze nel campo della moda, senza disdegnare l’interesse per la pittura ad olio e il ritratto, e allargando l’impegno ad altri campi, come dimostra la collaborazione con lo scenografo Giovanni Licheri al Teatro Argentina in Roma e l’esperienza come assistente stilistica free-lance e per importanti aziende. Approfondisce le tecniche tessili delle “armature” più semplici sino a quelle più complesse, dai kilim agli annodati, sino alle tecniche più innovative come il Tufting. La sua creatività trova successivamente la cifra espressiva a lei più congeniale nel tappeto (come nell’arazzo) realizzati su proprio disegno in pezzi unici a tecnica tufting, o con tecniche più tradizionali. Dal 1996, aprendo il suo atelier, ha dato inizio alla progettazione e realizzazione di tappeti etnici tessili su suo disegno, e all’ideazione di complementi d’arredo. Numerose le mostre a cui partecipa, da Napoli a Milano, da Londra a San Pietroburgo. Nel Parco dei Pini creerà l’installazione “Il muro che vorrei”: “Vorrei un muro dove poter immaginare... un muro su cui  poter tracciare storie di foglie, fiori e cose mie. Un muro di fragili fili, fatto di infiniti intrecci. Vorrei un muro leggero, e tutto aperto per attraversarlo di giorno e di sera, che mi racconti storie felici. Nessun muro però nel cuore e nella mente”.